Archive for 12 gennaio 2005

12 gennaio 2005

Sator, Arepo, Tenet, Opera, Rotas 

Il misterioso palindromo nell’abbazia di Valvisciolo a Sermoneta. L’architrave s’è spaccato al terribile grido di Molay. Altre croci templari nel pavimento della chiesa e sul soffitto del chiostro. Sempre a Sermoneta una tau templare su un pilastro della cattedrale di S. Maria Assunta. Siamo sulle fondamenta di un antico tempio consacrato alla Grande Madre Cibele, la signora della natura e dell’energia femminile.

Annunci

12 gennaio 2005

Passaggio di ombre

Aprimmo la finestra al cielo notturno. Gli uomini come spettri vaganti: vagavano come gli spettri: e la città (le vie le chiese le piazze) si componeva in un sogno cadenzato, come per una melodia invisibile scaturita da quel vagare. Non era dunque il mondo abitato da dolci spettri e nella notte non era il sogno ridesto nelle potenze sue tutte trionfale? Qual ponte, muti chiedemmo, qual ponte abbiamo noi gettato sull’infinito, che tutto ci appare ombra di eternità? A quale sogno levammo la nostalgia della nostra bellezza? La luna sorgeva nella sua vecchia vestaglia dietro la chiesa bizantina.

da La notte, in Canti orfici

Dino Campana

Se noi siamo figure
di specchio che un soffio conduce
senza spessore né suono
pure il mondo dintorno
non è fermo ma scorrente parete
dipinta, ingannevole gioco,
equivoco d’ombre e barbagli,
di forme che chiamano e
negano un senso.
Se noi siamo figure…, in Gioco a nascondere
Lucio Piccolo