by

La
felicità toccata dagli occhi, per caso

Vedo un uccello fermo sulla grondaia,
può sembrare un piccione ma è più snello
e ha un po’ di ciuffo o forse è il vento,
chi può saperlo, i vetri sono chiusi.
Se lo vedi anche tu, quando ti svegliano
i fuoribordo questo è tutto quanto
ci è dato di sapere sulla felicità.
Ha un prezzo troppo alto, non fa per noi e chi l’ha
non sa che farsene.

da Satura, Eugenio Montale

Annunci

2 Risposte to “”

  1. novalys Says:

    Interessante…

    tutto il tuo blog, anche quello che hai scritto su Carver e Cheever, dei quali non ho letto nulla tranne “Fuochi” di Carver.

    Ciao!

  2. mauriziospago Says:

    IL NUOTATORE FERMO SULLA NEVE
    …che strano è lì immobile,
    esposto all’intemperie
    ma è come se risvegliasse la nostra sete di vita…
     
     
    SPORCO!/
    Sporco di qualcosa che sembrava                                                                                
    MIO!/
    Il pupazzo prigioniero/
    È arrivato fino a me/
    Disposto, incatenato e rivolto/
    Verso il desiderio di fuggire/
    Come se fosse abbattuto dal freddo
    Che provavo…/
    Fede di una fedina anche MIA!/
    L’occasione mi rammenda il tempo/
    Conquistando quel momento/
    Che riuscivo
    A dare amore riunito amore./
    SPORCO per farlo in strano modo/
    Insieme con lei/
    Distratto in me/
    Per non cadere in una noia impaurita noia/
    E lui che mi sembrava casuale/
    Ed io l’infedele fedele ragazzo/
    Col mal d’inverno in pancia/
    Indisposto e ghiacciato amore./
    SPORCO perché sei il nuotatore fermo sulla neve/
    Uomo di mare in terre soprannaturali/
    Ed uccelli scuri interessati al catrame/
    Del meritato cinguettìo nuziale./
    Infilo con la mano il fiocco sciocco/
    Infilo quel silenzio ripreso silenzio/
    Infilo un intuito senza scrupoli e in panne/
    E mi affido/
    Ad una grossa e grassa/
    Indigestione di neve/
    Costata…/
    Una sbracciata d’aria ferma./
     
    Il pupazzo prigioniero/
    È arrivato fino a me/
    E qui nel mio mare bianco resterà-
     
    Da “Il cuore degli Angeli”
    di Maurizio Spagna
    http://www.ilrotoversi.com
    info@ilrotoversi.com
    L’ideatore
    paroliere, scrittore e poeta al leggìo-  
     
     
     
     
     
     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: