by
L’equilibrio dei coltelli
 
Mi manca il fiato, ma sì ce l’ho ce l’ho,
non succede niente,
bisogna fare male per farsi sentire.
Non amo vedere sanguinare
eppure sono io che sanguino ora.
 
Eugène Bonnard

3 Risposte to “”

  1. anonimo Says:

    bellissima.
    ma tu come stai?

  2. anonimo Says:

    “Notturno”

    Sul mio petto
    pesa la notte,
    come coltre di piombo.
    Sulle mie palpebre
    la tenebra è di fuoco.

    Se gridassi,
    infrangerei la notte;
    ma non ho voce.
    Una lacrima
    dai miei occhi asciutti
    nell’ombra rovente
    striderebbe.

    Angoscia,
    non soffocarmi,
    non inaridirmi.

    Concedimi un gemito,
    una stilla.

    Se lasci che io mi muova,
    fatta rogo nel buio,
    brucerò la mia miseria.

    E pura tornerò
    alla luce.

    MTC

  3. etude74 Says:

    splendida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: