by
Il sapore dei libri
 
In giro per Torino, all’incrocio tra Corso Vittorio Emanuele II e Via XX Settembre, sono stata attratta da una libreria molto particolare, “Il taste book”(www.iltastebook.it; iltastebook@fastwebnet.it): ci sono entrata, ho scattato una foto, ho conservato il biglietto da visita, anche questo originale, e oggi ho fatto la mia telefonata.
 
Pregiatina: Buonasera, sono La pregiatina, scrivo su un blog, www.luccone.com. Ho visto la vostra libreria, mi è piaciuta molto, e vorrei farvi qualche domanda.
Federico: Certo.
P.: Vorrei capire qual è la formula alla base.
F.: La formula è duplice. Una, che riguarda i libri, è un tentativo di proporre tutto ciò che è messo meno in evidenza nelle altre librerie.
P.: Quindi piccola editoria?
F.: Non solo. Anche libri validi ma usciti da un po’ di tempo. Cerchiamo di stimolare le persone a incontrare i libri belli. In genere sistemiamo i libri più vecchi all’ingresso; gli ultimi usciti, invece, sono più nascosti.
P.: Mi fa un esempio di qualche titolo che si trova adesso in vetrina?
F.: Per esempio i libri di Achille Campanile: lui è un grande umorista italiano e vale la pena riscoprirlo. Oppure quelli della casa editrice Servitium, che fa una serie dedicata a vari temi, il viaggio, il gusto, il sogno, analizzati da un punto di vista orientale e uno occidentale: in genere uno scrittore cinese e uno francese danno due diverse interpretazioni di uno stesso argomento. Oppure libri come Il popolo degli abissi di Jack London o Virginibus puerisque di Stevenson: se non ce li hai in testa, in genere non li incontri in libreria. Il Codice da Vinci, invece, non ho bisogno di fartelo vedere.
P.: E la seconda formula?
F.: La seconda cosa è che non vendiamo solo libri, ma tutto ciò che può essere abbinato o utile alla lettura. Abbiamo perciò mobili-libreria, portariviste, ma anche il vino e il cioccolato, due prodotti legati alla lettura sia perché si può leggere sorseggiando del vino o assaggiando del cioccolato sia perché vino e cioccolato sono spesso presenti nei racconti. Tu puoi venire da noi, comprarti un libro, regalarti qualcosa di diverso o regalare a qualcuno un libro in modo originale: per esempio, La maga delle spezie della Divakaruni insieme appunto a delle spezie.
P.: Da quanto tempo siete aperti?
F.: Dal dodici ottobre 2004.
P.: Abbastanza recente.
F.: Sì, siamo freschi, freschi.
P.: E quali sono i riscontri?
F.: È ancora presto per trarre un bilancio, ma mi sembra che tutte le persone si trovino bene.
P.: Il posto è molto accogliente, anche la divisa è graziosa (al Taste book tutti gli addetti indossano un grembiule, che tra l’altro si può acquistare).
F.: L’abbiamo creato pensando a “casa mia”. Anche quando entri, non ci sono punti di riferimento, scaffali divisi per editore o argomento: a casa non metti i cartelli con le suddivisioni. Devi avere un po’ di tempo per scoprire tutta la libreria.
P.: Va bene, allora le mando una mail con l’indirizzo del blog. Ho tutti i vostri recapiti sul biglietto da visita.
F.: No, aspetti che le do il mio indirizzo personale, quello della libreria non è attivo al momento.
P.: Nemmeno il sito? Io non l’ho ancora visitato.
F.: No, ma sarà attivato prossimamente. È stato pensato come una comunità di gustatori di libri.
P.: Va bene. Allora mi dà l’indirizzo?
F.: (me lo dà)
P.: Grazie, buona serata.
F.: Grazie a lei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: