by

Dove sulla punta del presente

Beata la notte che non finisce.
Immensamente assopiti, beati.
Caldi corpi siamo fioriti nel giorno,
nel tempo dell’angustia rinsecchiti.
Nel numeroso non spargiamo di più gioia
in un solo luogo, paterno, amiamo dimorare.
Dove deporremo l’amore
qui, sulla terra, la nostra fedeltà?
Il passato è irrevocabile
sulla punta del presente barcolliamo.

Novalis, Inni alla notte, VI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: