by

Vita da strega
 
[…] estendendo il diritto di voto a un numero sempre crescente di non letterati, di brave e bravissime persone con interessi però limitati o anche solo sporadici alle sorti del romanzo italiano contemporaneo.  […]
Troppo spesso finiscono col prevalere le ragioni dell’amicizia, della simpatia. Si consente, talvolta, senza averne precisa consapevolezza, ai venti della moda, alle abituali pressioni degli editori. […] Così opere magari meritevoli, uscite alla chetichella, perché figlie di autori nuovi e senza il sostegno dell’ormai indispensabile battage pubblicitazio, passano inossevate.

Antonio De Benedetti, tratto da "Lo Strega in cerca di una rinascita", Corriere della Sera

Una Risposta to “”

  1. jackres Says:

    allora diamo vita al Premio Chetichella (altro che Bancarella!)

    grazie per l’amicizia accordata (in si bemolle)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: