by

Streghe

Sono uscita, una strega posseduta
che anela l’aria nera, resa audace dalla notte;
sognando malefici, ho seguito il mio compito
sorvolando le case, luce dopo luce:
figura solitaria, con dodici dita, folle.

Anne Sexton

È lei la donna che inseguo.
Ogni volta che entro in una stanza
lei c’è già stata
con capelli che odorano di leoni e tigri,
con un abito più nero dell’inchiostro di seppia,
con scarpe che guizzano come lucertole
sopra il grano ondeggiante del tappeto.
Non è vergine né madonna.
Le sue palpebre sono rosse.
Va a letto con tutti.

Erica Jong

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: