Archive for 2 luglio 2008

2 luglio 2008

La Ginzburg e le norme redazionali

Al mattino arrivai a quello che doveva essere il mio ufficio: una villetta al pianterreno, circondata da un giardinetto. Vi trovai il mio amico, la ragazza con le guance rosse seduta davanti a una calcolatrice, e due dattilografe. Il mio amico mi fece sedere a un tavolo e mi consegnò un foglio dov’era scritto: "norme tipografiche". Seppi così che perché e affinché avevano l’accento acuto, ma e caffè e lacchè avevano l’accento grave.

Natalia Ginzburg, "La pigrizia", Mai devi domandarmi, Einaudi

Annunci