by

Il teatro di Natalia

MARCO: Balbetta, sì, un poco. Ma cosa importa? alla gente piace così. La gente è stufa di quelli che parlano spedito, a ruota libera, con voce tuonante. Lui incespica nelle parole. Poi sembra che ogni parola debba tirarla fuori a fatica dal fondo della sua pancia. Ha una voce rauca, chioccia, come rugginosa. Quella voce rugginosa, chioccia, rauca, te la senti poi nelle orecchie per molto tempo. È un grande parlatore.
ILARIA: Un grande parlatore balbuziente.

Natalia Ginzburg, L’intervista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: