Potrebbe servire ad altro, la lingua di Giorgio Falco

by

È una lingua funzionale, scarna, molto controllata quella di Falco. Somiglia per certi aspetti a quella di Vasta che però indugia di più sull’architettura della frase, generalmente più elaborata. Una lingua che chiede di essere affrontata, che non sopporta le increspature. Pur fedele alla tradizione americana carveriana e post carveriana (i temi lambiscono certe indagini di Cheever, Yeats, Bellow), lo stile presenta interessanti modulazioni, uno sguardo gelido sull’ossessione e l’autoconvinzione e nuovi cliché. Al centro, e su questo la critica è d’accordo, c’è il rapporto dell’uomo con il suo lavoro e il suo microcosmo, quasi sempre la periferia industriale milanese. Una lingua senza sentimenti — o forse con un unico sentimento che si capisce quando la lettura è conclusa e ormai lontana — perché in fondo non è la lingua a doverne avere.

– Hai trentanove anni, ti licenzi senza un incentivo.
– Ho vent’anni di lavoro. La mia liquidazione.
– Potrebbe servire ad altro.
– A cosa?
– Al bambino. Ti ricordo che è anche tuo figlio.
– Sono soldi miei. Ho iniziato a lavorare molto prima che Michele nascesse.
Paola scende dai genitori con Michele. I genitori di Paola vivono al piano di sotto, il sesto. Hanno comprato l’appartamento del settimo piano. L’hanno intestato solo a Paola. Pietro è un bravo ragazzo, hanno detto. Ma non si sa mai.

Gli agenti immobiliari non dovrebbero parlare di figli durante gli incontri con i potenziali clienti, a meno che i figli non siano lì, assieme ai genitori. I bambini potrebbero essere morti per una meningite fulminante, per un incidente automobilistico sulla Tangenziale Ovest, potrebbero non essere mai nati, dopo anni di tentativi inutili, o essere l’ultimo dei pensieri di una coppia.

Giorgio Falco, esempi tratti da L’ubicazione del bene, Einaudi Stile libero

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: