Archive for 8 giugno 2010

8 giugno 2010

Appetito per la vita

Ad aprile Diane e Jeremy Johnson andarono in Arizona a trovare il figlio. Soggiornarono in una località turistica ai piedi delle montagne, non lontano da casa sua. La loro stanza dava su un enorme saguaro e sulla piscina. "Sai cos’ho pensato?", chiese Diane, voltandosi verso il letto su cui sedeva il marito con in mano il cellulare, intento a inviare messaggi o forse a controllare la posta elettronica. "Ho pensato di aver sempre avuto appetito per la vita". Subito dopo quelle parole le parvero assolutamente vere ed esatte, e avvertì un lieve brivido di eccitazione percorrerle la schiena. La sua intera vita la circondava, splendida come acqua fresca, e Diane voleva inghiottirla a grandi sorsate! "Un attimo". Jeremy si alzò e andò alla finestra, dove digitò qualcosa sulla tastiera del cellulare. "Hai appetito per la vita?", chiese, continuando a digitare. "E chi non ce l’ha?". "Beh, un sacco di gente, Jeremy". Diane si alzò e allungò le braccia verso l’alto. "Quelli che vanno in giro per strada con l’aria preoccupata. Non lo chiamerei avere appetito per la vita".

incipit di Appetito di Elizabeth Strout

Annunci

8 giugno 2010

A cosa serve la letteratura

A capire meglio cosa provano gli altri, facendoci così sentire meno soli. Si abbatte il muro che c’è tra una persona e l’altra.

Elizabeth Strout