Il bambino santo

by

Il bambino santo steso nel letto sogna di avere una figlia. Il bambino santo di cera, adesso, è come se qualcuno gli infilasse uno stoppino da qualche parte. Poi lo accende, quello stoppino, quel qualcuno, e lui comincia a bruciare, a squagliarsi, e dalla cera di lui si forma altra cera, una figlia di cera. Quel bambino santo si alza, invece, ogni mattina.
Prepara la caffettiera, la stringe, lei manda un lamento, come a soffrire. Quel bambino santo si siede, beve il caffè mattutino. Poi si alza, quel bambino santo si alza.

Emanuele Tonon, Il dolore della caffettiera

Annunci

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: