Tra luce e parola

by

Mondo che vieni nudo dalla luce
e coli argento liquido
ai bordi

Mondo-coppa, radiante
di schiuma e polline
cosa completa nella incandescenza,
argento senza scritte
e definizione

Tutto sale all’altezza del mutamento quando è colmo
e trabocca
dal Mondo-onda

Vedi il succo maturo della luce sul masso
degli indumenti, vedi
come sta in piedi sulla soglia
il corpo. Tra luce e parola

Le cose sanguinano senza ferita, possiedono
magnetismo e aderenza

Tra esse il corpo
comincia ad apparire: un frangiflutto
che tiene la luce
fuori dal manifesto delle cose visibili

L’aria schiuma rappresa, non-luogo
dell’ustione

La bestia umana è un vaso per il cielo

Ora il cielo è all’altezza delle sue labbra come una coppa di salnitro
una colata fiorente

Ora il cielo
ha posato la testa come un figlio
sul fianco della bestia

Tutto loda il calore della bestia

Dai suoi fianchi
comincia la fissione
dell’Inosservato

Se la tempesta elettrica scosta la tenda fa come lei che prima di tornare
dal pianeta deserto
si volta, a imitazione del deserto.

Maria Grazia Calandrone, Tra luce e parola

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: