Le interviste della terza serata di 8×8 — Olivia Scotti

by

immagine_intervista_olivia-scotti_8x8_2014

Prima
Cosa ti aspetti dalla serata e dalla partecipazione a 8×8?
Non so bene cosa aspettarmi, sicuramente un po’ di emozione e la voglia di far sentire la mia voce. È veramente un’occasione particolare. Mi aspetto le luci giuste, un microfono e un pubblico attento. Mi domando se sarò in grado di rispettare questi 8 minuti… potrò strappare 8 secondi in più?

Perché hai deciso di partecipare a 8×8?
Ho deciso di partecipare a questo concorso perché avevo appena finito di scrivere questo racconto, che nella versione originale è più lungo, e mi piaceva che non restasse imprigionato solo nella memoria del computer. E poi l’idea di poterlo raccontare con la propria voce è tutta un’altra cosa. Viene da dentro, dagli organi interni e chissà se farà vibrare qualche altra corda…

Dopo

Come è andata?
È andata bene. È stata proprio una bella serata per me. Me ne stavo accovacciata per terra perché sulle sedie non c’era più posto. Ho conosciuto pochissimo gli altri concorrenti perché sono arrivata con un ritardo indecente. I racconti non li avevo letti prima così mi son messa buona a farmi raccontare un po’ di storie. Non mi sono piaciuti tutti, però mi son lasciata cullare.

L’esperienza di lettura aggiunge o toglie al tuo racconto?
Sicuramente aggiunge. Ne sono sicura. Perché la storia si fa spazio da dentro. Mi è piaciuto molto leggerlo a un pubblico così partecipante, era tanto che non mi capitava di salire su un palco. C’è da dire però che la voce può essere anche ingannatrice, aggiunge senso dove il senso non c’è.

Giuria di qualità e giuria popolare. Impressioni
Mi è piaciuto sia il pubblico (molto animati e divertenti i commenti in sala) sia la giuria con quegli sguardi seri e quel tono diffidente. Ho apprezzato molto i loro commenti e le indicazioni che sono state date sia al mio racconto che a quello degli altri. Li ho trovati giusti al di là dei loro gusti personali. Devo dire che senza troppo buonismo si sta bene, si ha l’impressione che ci sia più spazio per tutti nella stanza.

Vuoi continuare a investire sulla scrittura?
Certo continuerò a scrivere. Investire però non è la mia parola. Scrivo quando ho necessità di farlo, quando non posso farne a meno. Non ho velleità di scrittrice. Scrivo per vedere davvero quello che è successo.

Annunci

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: