Non ho avuto la minima pietà

by

lune-giove_munro_cover

C’è stato un mio ex che si era messo a seguirmi. Alla fine mi aveva convinta ad andare con lui a bere un tè da qualche parte.
– So bene che figura sto facendo, – disse. – Lo so che, se per caso mi amassi ancora un briciolo, con questo mi sarei giocato tutto.
Non risposi.
Batté il cucchiaino sulla zuccheriera.
– Si può sapere che cosa pensi, quando sei con me?
Volevo dire: “Non so”, e invece mi uscì: – Penso che vorrei tanto scappare.
Scattò in piedi fremente e lasciò cadere il cucchiaino a terra.
– Considerati libera, disse con voce rotta.
La scena era comica e orrenda, teatrale e vera. Lui era in una condizione di bisogno disperato, come me adesso, e io non ho avuto la minima pietà e non mi pento di non averne avuta.

Alice Munro, “Bardon, autobus n. 144”, Le lune di Giove, Einaudi, traduzione di Susanna Basso

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: