Gianluca Wayne Palazzo, concorrente 7, 8×8, seconda serata, 10 marzo 2015

by

Gianluca Wayne Palazzo 8x8

Nome: Gianluca Wayne Palazzo
Racconto: Recchia

Cosa ti aspetti dalla serata e dalla partecipazione a 8×8?
Mi piace mettermi in gioco e mi piace la competizione ad armi pari. Mi piace sfidare il buon senso di chi decide di perdere del tempo per ascoltarmi leggere qualcosa che ho scritto. E mi piace fare da bersaglio, quindi mi aspetto un divertentissimo bagno di sangue di fronte a persone competenti, e non avere scuse.

Perché hai deciso di partecipare a 8×8?
Mi è stato presentato come un concorso di un certo prestigio, ma soprattutto mi attirava l’idea di portare la letteratura, la narrativa, in pubblico. La pittura, la musica, il teatro e il cinema sono forme d’arte esposte allo sguardo degli “spettatori”, la scrittura quasi mai. Ma leggere non può essere solo un’attività solipsistica. Raccontare storie ci rende speciali come esseri umani. Queste serate mi ricordano lo spirito dei caffè novecenteschi, o forse sono un po’ come la condivisione di un libro in famiglia, attorno al focolare, prima che arrivasse la televisione.

Tre libri che hanno aggiunto qualcosa di importante alla tua vita.
Martin Eden di Jack London; L’idiota di Fëdor Dostoevskij; Guerra e pace di Lev Tolstoj.

La frase emblematica del tuo racconto:
“Al paese lo chiamavamo Recchia, un po’ per le orecchie a sventola un po’ perché dicevano che fosse frocio, ma il nome vero era Andrea.”

Annunci

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: