A poco a poco mi ero stancato delle riunioni in redazione

by

Il patto (Adelphi, cover)

Nei due anni in cui fui redattore di “Heretica” tradussi molte poesie e molti saggi di scrittori moderni, e scrissi un libro sull’opera letteraria di Martin A. Hansen — l’unico autore sul quale Karen Blixen ed io avessimo idee diametralmente opposte; ma mi sembrava di non combinare niente di buono, perché non scrivevo poesia, ed era questo che desideravo più di ogni altra cosa. A poco a poco mi ero stancato delle riunioni in redazione, delle discussioni e dei tentativi di rappacificare i collaboratori che si offendevano non solo di ciò che scrivevano gli altri sulla rivista, ma del fatto stesso che vi potessero scrivere. Ognuno aveva i suoi motivi di scontento, compresa Karen Blixen. Naturalmente ne discutevamo, e in una lettera del 6 ottobre 1949 mi scrisse:
“A volte mi capita di temere che gli Eretici [così chiamavamo i collaboratori] finiscano per somigliare a quei pittori inglesi che portano il nome di Preraffaelliti. Non che non sapessero dipingere, ma erano gente tremenda: provocano un assoluto rifiuto nei confronti della pittura”.

Thorkild Bjørnvig, Il patto. La mia amicizia con Karen Blixen, Adelphi, traduzione di Edda Sirno

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: