Le sai tutte queste cose?

by

djuna barnes

“La vita” disse “è lurida. È anche spaventosa. C’è di tutto: assassinio dolore, bellezza, malattia – morte. Lo sai, questo?”.
“Sì” rispose la piccola.
“Come lo sai?”.
“Non so” rispose ancora.
“Ecco!” proseguì Madame von Bartmann. “Non sai nulla. Devi sapere tutto, e poi cominciare. Devi essere capace di capire veramente, se no crollerai. I cavalli ti allontanano di corsa dal pericolo; i treni ti riportano indietro. I quadri ti danno una fitta mortale – erano appesi sopra un uomo che amavi e che forse hai ucciso nel suo letto. I fiori ti avvolgono il cuore in un drappo funebre perché un bambino è stato sepolto tra i fiori. La musica incita al terrore della ripetizione. È dove le strade divergono che gli innamorati si scambiano promesse, e le taverne sono per i ladri. La contemplazione conduce al pregiudizio, e i letti sono campi dove i neonati combattono una battaglia perduta. Le sai, queste cose?”.
Dal buio non ci fu risposta.

Djuna Barnes, “Aller et retour”, La passione, Adelphi, traduzione di Lucia Drudi Demby

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: