Miracolo

by

Massimo Bontempelli

Sentivo in quel buio la presenza delle mie statue. Il buio era pieno di statue. Passò qualche secondo ancora. E il buio si gonfiò di moti regolari, uguali. Stentavo ad afferrarli. Poi li compresi: le mie statue respiravano, come il mare; e tutto il buio raccoglieva quei respiri in un palpito piano, che arrivava come a spiaggia fino a me, e mi premeva ora sul cuore, opprimeva, fin che i sensi si offuscavano. Mi sono risentito, che il silenzio era intero e libero intorno a me. Un raggio lucido entrava da una fessura dell’imposta, feriva traverso la stanza. Mi sollevai ad aprire l’imposta, era venuto il sole.

Massimo Bontempelli, Miracoli, Mondadori

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: