Che scena ricca di tensioni

by

69e6b865a42eafe23a08efcd27c65fe4.jpg

Un tè fiacco in un bar dietro l’angolo del museo. Quattro cucchiaini di zucchero e pane fritto ancora una volta, eh sì ha finito col prenderci gusto. Poi la gradinata, un saluto all’uomo che strappa i biglietti. Avanti fino alla seconda sala verso il suo quadro preferito. Una scena di montagna, due ragazze, la loro guida alpina. Prestito dall’America. Un uomo pieno di barbigli, il docente, fa soffermare un gruppo in visita guidata. Davanti al quadro. Sensuale, con il senso di sé, vedete… la guida indica… Come se le figure sapessero di essere delle opere. Che scena ricca di tensioni. Seguite lo sguardo dal bambino all’uomo. E le due figure da questa parte che puntano il dito verso qualcosa che noi non vediamo. Non riusciamo a distogliere lo sguardo perché siamo indotti a ponderare qualcosa di misterioso. Un uomo del gruppo pondera i misteri del tempo.
Domande?

Heather McGowan, Schooling, Nutrimenti collana Greenwich, traduzione di Marco Bertoli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: