Archive for the ‘guerra ai cliché’ Category

19 settembre 2011

L’ardua ricerca della corretta sfumatura di significato 

Ha versato un po’ di vino in un bicchiere e ha chiesto alla domestica di portare la bottiglia alla signora Stempel. Poi ha osservato Miki, che assaggiava il vino con cura, in attesa del verdetto.
«Com’è?» le ha chiesto.
«Non male» era il suo verdetto. «È del trentatré?».
Dopo la conferma di Stempel, lei ha annuito con l’aria di chi la sa lunga. «Lo immaginavo. Le bottiglie del trentatré hanno un…». Si è fermata a riflettere, alla ricerca della corretta sfumatura di significato, e io mi sono chiesto se sarebbe stata «nuance», o «bonne bouche», ma alla fine ha optato per «…un non so che».
 
Budd Schulberg, Il colosso d'argilla, di prossima pubblicazione per 66thand2nd 

Annunci

14 settembre 2009

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

   Modi di dire insulsi

…mi è venuto in mente che errare humanum est è un modo di dire insulso, un po’ come lo sono quasi tutti i modi di dire. Più insulso di non è mai troppo tardi e perfino più insulso di l’eccezione che conferma la regola, un altro modo di dire di una stupidità inaudita. Sono così tanti i pensieri palesemente insulsi, stupidi e ridicoli che quando si trasformano in modi di dire diventano, ed è frustrante, inestirpabili, e errare humanum est, sì, è proprio il più insulso di tutti.
 
Thomas Brussig, Litania di un arbitro, di prossima pubblicazione per 66thand2nd