Posts Tagged ‘parole difficili’

A Word a Day #107: Vizzo

23 aprile 2012

Viene dal lat. vietius, compar. neutro di vietus, “vizzo”, deriv. di viescere, “avvizzire” [Dizionario Sabatini-Coletti]. Secondo altri, sempre dal lat. vietius, comp. di vietus, “vizzo”, propr. part. pass. di viere, “legare” [treccani.it]. Che ha perduto freschezza ed elasticità, quindi appassito, avvizzito, flaccido, floscio [Dizionario Sabatini-Coletti].

A word a day #90: artificio

12 marzo 2012

La parola artificio, dal latino artificium, derivato di artĭfex, “artefice” (secondo altre fonti [qui] da ars e facio), vuol dire “abilità nell’esecuzione di un lavoro” o “espediente utilizzato per raggiungere uno scopo” [1, 3]. I due significati hanno connotazioni leggermente diverse poiché, nel primo, il senso è positivo, mentre nel secondo assume generalmente una sfumatura negativa [qui]. In questo secondo senso la parola artificio, in matematica, nell’espressione artificio di calcolo, indica ogni operazione che, senza alterare una data espressione (per esempio un’equazione) e applicando le usuali regole di calcolo, la trasformi per renderla più semplice e maneggevole, onde facilitare la soluzione di un dato problema [treccani.it].
Oppure sta ad indicare un eccesso nell’uso di espedienti affettati, per cui, in questo senso, assume anche il significato di “ricercatezza” [Sabatini-Coletti].
Infine, può indicare un congegno, un ordigno o simili che costituiscono materiali pirici accessori destinati ad accendere le cariche di lancio delle artiglierie o a scopi sussidiari speciali come per illuminare, incendiare, ecc. [treccani.it].